Sofia Loren

 Nata nel 1934 a Roma. Sofia Villani Scicolone, questo il suo vero nome, trascorse la sua infanzia a Pozzuoli. Inizi˛ la carriera a quattordici anni partecipando a concorsi di bellezza, recitando nei fotoromanzi e al cinema in film minori col nome di Sofia Lazzaro.
Solo dal 1952, con "La Favorita", sceglie il nome d'arte che la rende famosa nel mondo.
E' nel ruolo dell'esuberante pizzaiola in "L'oro di Napoli" nel 1954, diretta da Vittorio De Sica, che l'attrice incontr˛ il grande favore del pubblico, interpretando il personaggio dell'astuta e schietta popolana, che le porterÓ tanto successo anche negli anni successivi. La svolta della sua carriera si ebbe grazie all'incontro con il produttore Carlo Ponti, che poi diventerÓ suo marito in Messico nel 1957 e che la fece approdare ad Hollywood, dove lavor˛ con i registi e i divi pi¨ famosi degli Stati Uniti.
Il loro matrimonio suscit˛ un piccolo scandalo nel mondo cattolico a causa di una precedente unione del marito. Si risposano in Italia il 9 aprile 1966 e le nozze infastidiscono ulteriormente i benpensanti al punto che alcune riviste del settore tentano di boicottare i films interpretati dall'attrice.
Ma la celebritÓ in campo internazionale venne nel 1960 con il film capolavoro dei regista Vittorio De Sica "La ciociara", tratto dal romanzo di Alberto Moravia: con l'interpretazione della genuina popolana vittima della violenza della guerra, vinse infatti l'Oscar come migliore attrice.
Lo stesso De Sica la volle poi in una serie di eccezionali commedie all'italiana accanto al grande attore Marcello Mastroianni; da ricordare soprattutto il film "Matrimonio all'italiana" tratto dalla commedia di Eduardo De Filippo "Filumena Marturano".
Altri suoi films significativi furono "La contessa di Hong Kong" del 1967, diretto dal grande "Charlot" Charlie Chaplin, e "Una giornata particolare" del 1977, diretto da Ettore Scola; in quest'ultimo film recit˛ a livelli altissimi, vincendo il David di Donatello, il Nastro d'argento e il Globo d'oro, interpretando il ruolo di una infelice casalinga nel giorno in cui Hitler venne a Roma per far visita a Mussolini. Nel 1991 People Magazine la elegge tra le donne pi¨ belle del mondo e ha ricevuto l'Oscar alla carriera, come riconoscimento al suo talento d'attrice e al suo destino di star.
Nel 1999 riceve il premio David di Donatello per la sua straordinaria carriera.